Lavoro sommerso

Social Sharing Menu

A livello comunitario, per lavoro sommerso si intende “qualsiasi attività retribuita lecita per natura, ma non dichiarata alle pubbliche autorità, tenuto conto delle differenze nei sistemi normativi degli Stati membri”.

Soprattutto sul territorio italiano, quello che più comunemente viene definito “lavoro nero”, è diventato quasi una piaga sociale.

Sicuramente colpisce alcune regioni più di altre:

Calabria e Campania presentano un tasso di irregolarità pari al 22 e al 19 %.

Il nord invece ha la situazione più sotto controllo, ma coinvolge pur sempre un numero vasto di lavoratori. Ad esempio, si conta una percentuale di lavoro “nero” del:

  • 11,6 % in Liguria
  • 10,4% in Lombardia
  • 10,25 in Piemonte

Il problema principale, allargando lo sguardo a tutto il territorio italiano, riguarda un importante impoverimento, sia umano che economico: il lavoro sommerso ha un’incidenza di 77,8 miliardi di Euro.

Ma cosa comporta questa flotta di “lavoratori invisibili”?

Sicuramente un disagio culturale ed economico, chi accetta condizioni di questo genere rimane in uno stato di assoggettamento senza vedere riconosciuti dallo stato i propri diritti.

Niente contributi, ferie o malattie pagate e, la cosa peggiore, riguarda gli infortuni.

Soprattutto in alcuni settori più pericolosi, come l’edilizia, i lavoratori senza regolare contratto non hanno formazione riguardo la sicurezza, non sono sottoposti a controlli regolari e non sono coperti da assicurazione.

Non esistono ad oggi dati certi che dimostrazione la correlazione tra lavoro sommerso e incidenti sul lavoro o addirittura le cosiddette “morti bianche”.

Infatti, è importante notare che, chiunque si infortuni senza essere regolarmente assunto, tenderà a coprire l’accaduto.

Non ci sarà una denuncia a seguito dell’incidente per non rischiare di perdere quell’unico posto di lavoro trovato con fatica.

Combattere questa forma di lavoro, che assolutamente non porta nulla di buono né all’imprenditore, né a chi scende a compromessi, diventa prioritario per costruire un futuro diverso.

Nella lotta al lavoro sommerso bisogna porsi domande importanti, capire i motivi che spingono ad affidarsi ad esso, accettando condizioni senza dubbio svantaggiose.

Credo sia inutile penalizzare chi sceglie, più o meno consapevolmente, questa strada, quanto più invece multare le aziende che sfruttano i lavoratori e modificare le leggi su assunzioni e tassazioni. Un mondo più semplice, con meno burocrazie e agevolazioni è di certo la strada da percorrere per abbassare questi tassi di irregolarità.

Un mondo più semplice, con meno burocrazie e agevolazioni è di certo la strada da percorrere per abbassare questi tassi di irregolarità.

Ti potrebbero anche interessare...

La paura, come rendere la tua amica?

La paura non è negativa, dice Giraud. Analizzare sistematicamente l’ambiente e i fattori coinvolti aiutano a prendere decisioni migliori. Non si tratta di convincersi a fare ciò che spaventa, ma di comprendere i propri limiti e accettare i rischi.

InViaggio logo

I feed RSS dal mondo

RSS Ultime notizie finanza
InViaggio logo

Tags

///

Gli ultimi…

Anna Bixby la sua grande scoperta che risolve un Mistero Velenoso

Anna Bixby rivoluzionò le pratiche agricole del Midwest, portando a una maggiore attenzione alla gestione dei pascoli.

Questo cambiamento non solo ridusse drasticamente i casi di avvelenamento, ma migliorò anche la qualità della vita nelle comunità rurali, stabilendo nuovi standard per la sicurezza alimentare e sanitaria.

Recensione del Film “Il Portiere di Notte”

Il Portiere di Notte”
Visto, a me era piaciuto molto, tosto, da vedere “Il Portiere di Notte”, diretto da Liliana Cavani e uscito nel 1974, è un film che esplora le oscure relazioni tra vittima e carnefice ambientato nel periodo post-seconda guerra mondiale.

///

Feed RSS dal mondo

RSS Ultime notizie finanza

Biografia

Viaggiare

Rassegne

Benessere

Risorse

About

Seguire la tua deviazione significa creare il tuo percorso nella vita.

Si tratta di abbracciare il cambiamento e correre dei rischi alla ricerca di una vita che ami.
Che tu sia arrivato a un vicolo cieco o stia cercando un percorso alternativo, seguire una deviazione riguarda il viaggio alla scoperta di te stesso e alla crescita… non la destinazione.

Se dove sei non è dove vuoi essere, allora è il momento di seguire la tua deviazione…