In una società inclusiva sono inclusivi anche i sex toys

sex toys

In una società inclusiva questa non sarebbe stata una “notizia” ma la normalità e solo questo appunto la dice lunga su come l’uomo moderno e contemporaneo non viva in ambienti davvero inclusivi come le pubblicità e le istituzioni gridano dai pulpiti. Fa notizia, in un mondo che tutt’oggi vive di disuguaglianze e tabù, l’azienda canadese Venus Envy che si sta mobilitando in favore dell’iniziativa Adaptations for Accessible Sex Practices Project

Sesso, il tabù e il pregiudizio 

Il sesso non è impulso, fisicità, desiderio solo di chi può permettersi di farlo senza grossi problemi. Il sesso, di cui si parla ancora con difficoltà in occasioni pubbliche trattandolo ancora come uno di quegli argomenti capaci di generare imbarazzo, è di tutti e per tutti i gusti: sulla scia di questo pensiero così la Venus Envy ha deciso di dar vita ad un progetto che prevede la realizzazione di sex toys davvero per tutti, anche per coloro che presentano delle disabilità fisiche.

Sesso inclusivo, inclusivi sex toys

Tra i tabù che la società si deve proporre di abbattere e in tempi celeri vi è quello secondo il quale le persone disabili non conoscono istinti e impulsi sessuali: “Il sentimento comune è che non facciano sesso e soprattutto non ci pensino, ma non è affatto così. Per questo, il progetto non punta solo ad affermare quella che a noi sembra un’ovvietà, ma a migliorare la loro vita sessuale al massimo di quanto ci sia possibile farlo“, dichiara la terapista Rachele Manett a Vanity Fair. Così ha avuto inizio la sperimentazione di sex toys che non sia esclusivamente pensati sulla penetrazione e che soprattutto possano essere usati anche da chi presenta disabilità che possono talvolta impedirne l’utilizzo stesso.  

Ti potrebbero anche interessare...

InViaggio logo
///

Gli ultimi…

Solitudine e Paradossi

Nell’era digitale, siamo costantemente connessi. Grazie a smartphone e computer, possiamo raggiungere amici e sconosciuti in ogni angolo del mondo con un semplice tocco sullo schermo. Tuttavia, questa facilità di connessione nasconde una realtà più complessa e meno confortante: essere connessi non significa essere integrati.

///

Feed RSS dal mondo

RSS NEWS FINANZA
RSS NEWS SALUTE
  • Dipendenze giovanili, quali sono i segnali che le famiglie non devono trascurare Marzo 1, 2024
    Per impedire che l’uso di sostanze, il gioco e il web in adolescenza portino a una dipendenza patologica in età adulta è fondamentale promuovere interventi precoci nei più giovani. Ecco quali sono i servizi attivi sul territorio e cosa propongonoPer impedire che l’uso di sostanze, il gioco e il web in adolescenza portino a una […]
  • La classifica dei migliori ospedali di «Newsweek»:14 sono italiani, guida il Policlinico Gemelli Marzo 1, 2024
    Sul podio c'è la Mayo Clinic di Rochester negli Stati Uniti, seguita dalla Cleveland Clinic (Usa) e dal Toronto General - University Health Network (Canada)Sul podio c'è la Mayo Clinic di Rochester negli Stati Uniti, seguita dalla Cleveland Clinic (Usa) e dal Toronto General - University Health Network (Canada)Sul podio c'è la Mayo Clinic di […]

Seguire la tua deviazione significa creare il tuo percorso nella vita.

Si tratta di abbracciare il cambiamento e correre dei rischi alla ricerca di una vita che ami.
Che tu sia arrivato a un vicolo cieco o stia cercando un percorso alternativo, seguire una deviazione riguarda il viaggio alla scoperta di te stesso e alla crescita… non la destinazione.

Se dove sei non è dove vuoi essere, allora è il momento di seguire la tua deviazione…